Boccaccio alle Olimpiadi: un “recordman” per diffusione della sua opera

amponi: “Le sue opere, soprattutto il Decameron, furono immediatamente avvertite come un patrimonio della cultura europea”

TOSCANA / CERTALDO (FI): Regione Toscana, Ente Nazionale Giovanni Boccaccio, Comune di Certaldo e Comune di Firenze, organizzano e coordinano gli eventi di “Boccaccio 2013 – VII Centenario della nascita di Giovanni Boccaccio”. E in questo “anno di eventi”, come recita lo slogan della campagna pubblicitaria del Centenario, arriva ora un prestigioso appuntamento come le “Olimpiadi di Italiano e Giornate della Lingua Italiana” per le quali Giovanni Boccaccio è stato scelto come protagonista dal Ministero dell’Istruzione, una scelta assai gradita dal Comitato:
“Se dovessimo fare un parallelo con le olimpiadi potremmo senz’altro dire che Giovanni Boccaccio è stato all’epoca un vero e proprio “recordman” in fatto di diffusione della propria opera nel mondo e che tuttora mantiene dei primati invidiabili – dice il presidente dell’Ente Nazionale Giovanni Boccaccio, prof. Stefano Zamponi – si pensi che delle sue opere già nel Quattrocento circolavano traduzioni, ben presto diffuse con la stampa. Sia le opere di erudizione e di cultura umanistica, in latino, (le Genealogie deorum tradotte in francese; il De casibus virorum illustrium tradotto in francese, castigliano e inglese; il De mulieribus claris tradotto in francese, castigliano e tedesco) che le narrazioni romanzesche in prosa (Filocolo, tradotto in tedesco; la Fiammetta in castigliano e soprattutto il Decameron in francese, castigliano e tedesco) ebbero ampissima diffusione. Il Decameron è da tempo una delle opere in assoluto più tradotte e diffuse nelle principali lingue di tutto il mondo, contribuendo così alla diffusione della cultura italiana”.
“Ringraziamo quindi il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per avere inserito Giovanni Boccaccio in questo evento – conclude Zamponi – e ci auguriamo che queste Olimpiadi siano l’occasione per valorizzare la conoscenza e la qualità della lingua italiana oggi, soprattutto tra gli studenti e le giovani generazioni”.
Per tutte le info e scaricare il programma generale del VII Centenario: http://www.boccaccio2013.it

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s